• lucia personalCoach

Il ricordo di Sé


A volte accade di restare ancorati troppo a lungo al ricordo bonsai di se stessi.


Abbiamo un'intrinseca esigenza di coerenza che ci spinge a mantenere nel tempo la stessa

immagine a conferma della nostra identità, così, ci si affeziona all'uno o all'altro, qualche volta ad ogni aspetto limitante considerandolo una propria caratteristica. Siamo umani, siamo teneri in questo nostro limitarci a nostro danno.

Qualcuno/a, piuttosto che rischiare di compromettere l'idea che ha di se, addirittura ci muore!

Ma, se mi stai leggendo, credo che tu, viceversa, stia cercando una via d'uscita...quindi....seguimi che, forse, insieme, la si può trovare.

Mi raccomando, non stare dietro. Stammi a fianco, come si fa tra amici/che.

Guardando la propria vita da una prospettica panoramica, a volte si riesce a distinguere un certo leitmotiv che l'accompagna; situazioni che si susseguono analoghe alle precedenti e dalle quali, spesso, ci si vuole liberare stanchi di averne a che fare e che, nonostante gli sforzi, ci si trova a rivivere: cambiano gli attori e le attrici, cambiano le scenografie, ma il tema principale ( a parte piccoli dettagli) rimane invariato.

Ecco...in semplici righe ti ho descritto il concetto di Karma.

Un infinito ripetersi di un qualcosa che ci fa sentire a disagio nella più rosea delle ipotesi o ci fa star tremendamente male nelle peggiori.

Non mi piace filosofeggiare e preferisco rendere certe conoscenze molto pragmatiche attraverso l'azione, quindi passo subito al semplice consiglio per un primo piccolo passo verso il nuovo che potresti non conoscere ancora ma in grado di fare una differenza notevole da subito e tanto più nel lungo periodo sul tuo sentiero, qualunque esso sia. E' applicabile sia se sei agli inizi di un percorso di trasformazione oppure già un/a veterano/a.


#ricordodiSé #prospettivapanoramica #karma #dharma #primopiccolopasso #totalità

4 visualizzazioni