• lucia personalCoach

La Ruota di Medicina e il Tempo Circolare


Eccoci di nuovo insieme!

Non starò a farti perdere tempo spiegandoti quanto sia un inganno la nostra percezione "lineare" del tempo: do per scontato che tu già sappia quanto sia necessario cambiare percezione mediante un nuovo assunto trasformato in credenza fondamentale.

Per gli Antichi, e ciò non è mai cambiato, il Tempo è circolare.

In tale circolarità a spirale, che si sviluppa sia verso l'alto (Cielo - ascendente) sia verso il basso (Terra- discendente), si trovano dei particolari punti nevralgici in cui bisogna prestare particolare attenzione per non "sbagliare" strada.


Persino le nostre celluline sanno che in fase di crescita non è auspicabile lasciare le cose al caso, infatti, si sono "munite" di microtubuli che, al pari delle rotaie delle nostre ferrovie, trasportano al posto giusto e nel giusto numero i vari cromosomi per passare la fase di separazione/crescita con la certezza di aver operato bene e a misura per la Vita.

Che accadrebbe se qualcuno o qualcosa azionasse i vari cambi a caso, senza un progetto o una destinazione? Quasi certamente il caos, che nel caso della crescita del corpo prende il nome di "malattia".

C'è bisogno, quindi, di un'attenzione particolare, supportata da esperienza e conoscenza per Vivere Qualitativamente nel nostro momento storico e di qualcosa di squisitamente specifico nel nostro Paese, bersagliato senza pietà da molte tipologie di piaghe e da molti anni a questa parte.

Una mappa per la Vita

I Popoli Antichi hanno appreso direttamente dalla Vita, spesso nell'atto di violarne le leggi, le conseguenze di certi comportamenti, azioni, pensieri ed emozioni; ovviamente, ogni popolazione ne aveva di propri - relazionati al luogo in cui vivevano, portatore di forze e conoscenze specifiche - ma in qualche modo avevano dei punti in comune.

Per "ricordare" meglio le lezioni che la vita, via via, trasmetteva, non avendo ancora la scrittura per "fissare" le leggi (cosa, tra l'altro, molto vantaggiosa), le trasmisero in una mappa molto consona alla tipologia di necessità del loro tempo cioè la sopravvivenza fisica in relazione ai predatori, animali e umani, ed ai disastri naturali sempre possibili.

Questo rendeva la conoscenza molto fluida per il suo continuo aggiornamento e arricchimento con dati osservabili e riscontrabili nell'immediato da chiunque e rendeva i suoi portavoce - gli/le anziani/e molto apprezzati e onorati; la forza della giovinezza era tenuta si in buon conto ma non in assenza della conoscenza data dall'esperienza perché avrebbe portato all'inevitabile ripetersi di errori già fatti e quindi inutili se non addirittura dannosi all'intera Specie.

E' così che è nata la Ruota di Medicina o Cerchio della Vita, una conoscenza VIVA che consente di accedere ad essa (in realtà chiunque vi può accedere, ma a pochi/e è concesso di entrare nei suoi segreti più profondi, incapsulati e protetti da codici che neanche gli hackers più esperti saprebbero decriptare!) soltanto a chi ha Rispetto della Vita stessa.

Essa non ha bisogno di nessuno che la rappresenti (di fatto, tutti i popoli della terra traggono orientamento da essa), la tuteli o la difenda in quanto è perfettamente in grado di adempiere da sola a tutte queste funzioni e, se si vuol far conoscere, viene a bussare in direttissima alla porta o al pc (è sempre aggiornata!) per facilitare l'ingresso nella Vera Vita (o Dharma.....una vita con un "conto" non più in rosso, ma in attivo e in continuo incremento) di colei/i che ritiene "pronto/a".

Potrai trovare in rete o in libreria molto materiale per acquisirne le fondamenta, ma soltanto praticandone quotidianamente i principi imparerai a relazionarti con tutto ciò che vive nel migliore dei modi; comprenderai pure se ti relazionerai in modo sbagliato (o "mortifero"), solo che le "lezioni" in quel caso saranno davvero poco gradevoli. La scelta rimane sempre e soltanto tua.

Gli errori sono ammessi, anzi, sono parte integrante del "danzarla" e, come in tutte le danze, solo la pratica ti aiuterà a conoscerne i passi al punto da poterti muovere con grazia anche se bendato/a, nella nebbia o al chiar di luna.

Chi si occupa di apprendimento conferma la praticità e l'intuitiva efficacia di "mappare" in tal modo le proprie conoscenze, in quanto le immagini (simboli ), i colori e la sua particolare conformazione a cerchio da scorrere in senso orario facilitano la lettura e la memorizzazione a breve, medio e soprattutto a lungo termine perché le sensazioni e l'esperienza ad essa associate è quanto di meglio c'è per ricordare, facendo collaborare entrambi gli emisferi cerebrali - e non solo - in tale attività.


In realtà, però, per gli Antichi, l'apprendimento non era qualcosa di "mentale" bensì un susseguirsi di esperienze quotidiane forgianti a tal punto da inscriversi in ogni cellula del corpo e trasmesse alle generazioni future per DNA per assicurare l'evoluzione della specie in tempo reale.

Il tempo in cui viviamo, più che mai, ha bisogno di un salto evolutivo che porti dalla sopravvivenza alla qualità attraverso il coraggio di esperire quotidianamente la Gioia e la Felicità di vivere in Salute da ogni punto di vista.

Con Gioia, da Me a TE

Lucia

Dimenticavo......Buona Epifania

#tempocircolare #attenzione #qualitàdiVita #mappa #conoscenza #karma #Dharma #emisfericerebrali