• lucia personalCoach

"Sbocciare"...per Gioia


Gioiaaaaaaaaaaaaa

Ahahahahahahahahhahahhhah......ecco, ecco....un gran bel motivo per sbocciare. Questo si che mette il turbo al motore: Primavera...la stagione degli amori per eccellenza!

Sapevi che ogni uccellino a primavera "inventa" una sua personalissima canzone d'amore per attrarre la sua compagna?

Io Trovo che Madre Natura sia tremendamente ingegnosa per far si che la Vita continui in eterno: nuovi interpreti, nuove storie, nuove situazioni, nuove canzoni, nuovi cuccioli.....la Vita sa come rinnovarsi di continuo. Dovremo imparare da Lei.

Noi, però, ci siamo inventati un Sistema sociale piuttosto soffocante. Non vogliamo "sembrare" animali, così ci siamo "imposti" la fedeltà coniugale.

Guarda, non sto affatto spingendo al libertinaggio, piuttosto voglio dire che Fedeltà e Lealtà sono la Naturale conseguenza di una Libera Scelta (e, ricorda, il prossimo più prossimo in assoluto sei proprio TU) e non di un'imposizione sociale comunemente accettata nel matrimonio (che ormai è diventato la famosa "tomba" dell'amore) o nella convivenza di fatto, che gli assomiglia sempre più.

Uno dei più diffusi motivi dello "spegnimento" parziale tendente al totale della Vitalità è il fatto che l'energia sessuale/spirituale che lega una coppia, fondendoli "a caldo" in un tutt'uno, ha la particolarità di bloccarsi per un nonnulla, una volta passato il periodo idilliaco dell'innamoramento. Figuriamoci cosa le accade nell'atmosfera stantia che spesse volte si crea per comodità quotidiana.

Giornata tipo di lei/lui

- ovviamente non tutte/i ma un buon 65%:

si alza presto, prepara la colazione, lava i piatti della sera prima, prepara i figli recalcitranti ("devono" andare a scuola), lotta nel traffico quotidiano; corre poi al lavoro dove la aspettano degli ambientini tutt'altro che accoglienti (sfide all'ok corral quotidiane, dove vince chi meglio tira frecciatine a destra e manca....per non parlare del resto!), si relaziona con un'utenza stanca e/o incavolata nera per il continuo salto agli ostacoli della burocrazia italiana; finito il turno, corre a casa, prepara il pranzo, apparecchia/sparecchia, accompagna i figli a destra e a manca per i vari corsi (non si sa mai crescano traumatizzati dal sentirsi dire qualche no) che, ovviamente si trovano in zone diametralmente opposte per cui se ne ha più di due, la sera prima di dormire cerca in tutti i modi di inventarsi il dono dell'ubiquità di cui, essendo dea, non ha ancora capito perché non gliel'abbiano ancora fornito; ritorna a prenderli, arriva a casa sfinita, sperando che la casa abbia pietà di lei e si sia autopulita (chiedendosi come mai, pur essendo dea, si comporta da schiava!); prepara la cena...apparecchia/sparecchia.

Ora è quasi il Suo momento e spera vivamente che suo marito/compagno non si sogni minimamente di avvicinarsi prima che abbia finito in tutta tranquillità e rispetto dei suoi ritmi e, mentre si fai una doccia e si passa il filo interdentale, scopre che l'unico desiderio ardente e passionale è con lui: il Suo meraviglioso e accogliente LETTONE!

Si addormenta e dorme come un sasso per tre ore (immaginando di essere appena riuscita a conquistarsi il "sonno Polifasico", scoprendo più avanti nel più totale sconforto di soffrire di "burn out" e narcolessia in fasi alterne) dopodiché si sveglia con in mente tutta una serie di cose da fare che la chiamano infiltrandosi furbescamente nei sogni, cerca di riaddormentarti ma niente.

Si gira e rigira, sperando di non svegliarlo (non si sa mai che abbia "strane" voglie) e arriva sfinita alle cinque e mezza del mattino, crollando per l'ultima mezz'oretta prima della prossima battaglia quotidiana. Continua così per cinque o sei giorni alla settimana, uno dei quali con l'aggravante della spesa.

Stendiamo un pietoso velo sulla domenica in cui gli ulteriori ruoli si sfumano alternativ/continuamente da animatrice a super cuoca, agente viaggi, addetta alla supervisione del benessere globale che si estende dalla sua famiglia all'intero pianeta ).....e via andare con un nuovo ciclo, all'infinito.

Si chiede spesso come ha fatto a incastrarsi in una vita così stressante in nome dell'amore ma, sfuggendole un particolare mega-galattico sulla funzione delle domande si trova sempre più stretta, ogni giorno che passa.

Amore di chi? Ops......sono andata fuori tema, mannaggia!

Vero è che ci si può "divertire" con l'altro sesso e senza impegno.....ma sembra che solo pochi/e ci riescano bene, la maggior parte si ritrova poi come Vittima o Carnefice in situazioni simili a quella descritta sopra, con i figli, purtroppo, in ostaggio tra le due fazioni.


Hai ragione Gioia, un bel ragazzo forse all'inizio può far sbocciare.

Il rischio che si corre, però, è che fa anche presto "sfiorire" e una volta sfiorite ci si angoscia in mille e più modi, rodendosi poi d'invidia e competizione per chi ancora non è caduta nella "trappola" mortale o chi ha saggiamente imparato ad Innamorarsi di Sé e della Vita prima di qualsiasi altra cosa o persona.

L'idea, quindi, è davvero ottima, bisogna solo lavorarci un po' su per sapere sin dall'inizio come, quando, perché e cosa fare per salvaguardare la propria Vitalità in modo che sia una Fonte Eternamente Rinnovabile prima di tutto per se stesse/i, in seguito anche per coloro che amiamo e, soprattutto, senza stress per nessuno.

Scusa se ti ho messo davanti tutto 'sto pacco di roba ma il vecchio proverbio sta sempre bene: donna (o ragazza) avvisata, mezza salvata!

E dopo le sane risate che ci siam fatte con l'atmosfera speciale che insieme abbiamo saputo creare, ci salutiamo, arricchite una dell'altra. Queste sono le donne quando co-moltiplicano le loro emozioni, i loro pensieri, i loro sogni e la loro esperienza.

Un abbraccio a Tutte........

Anche solo in veste di lettrice/ore Sei la/il Benvenuta/o.....Sempre!

Lucia

#stagionedellamore #innamorarsi #madrenatura #routine #quotidianità #stress #donne #uomini #esperienza #partnershipspirituale