• lucia personalCoach

Danzando il Sogno

Aggiornato il: 14 apr 2019


Ciao....

per questa parte ho preparato una sorpresa:

la possibilità di scegliere se leggere o ascoltare il post raccontato dalla mia "viva voce".

Così.....un po' per gioco, un po' per.......sssssssssh.....è un segreto e te lo svelerò soltanto al momento opportuno, ok......intanto, fai la tua scelta!


Eravamo rimasti al meraviglioso 2010, anno in cui ho incontrato la Ruota di Medicina dei Nativi ed ho iniziato a Danzarci assieme prevalentemente nell'Ovest, nella Terra, nella Materia che insegna con Leggi che raramente danno una seconda possibilità di apprendere:

- o è buona la prima

- o ci si rivede la prossima vita!

Così, ti faccio una sintesi, in poco tempo dal 2011 al 2012 ho "incassato" la malattia e la morte di entrambi i miei genitori e la fine di una relazione durata 14 anni.

Considerando che ero reduce da un'operazione chirurgica piuttosto debilitante avuta nel 2009, che ero ritornata in un ambiente che avevo lasciato senza il desiderio di ritornarci, che l'ambiente in questione peggiorava inesorabilmente di anno in anno, avrei dovuto chiedermi cosa mi aspettava ancora, giusto o magari darmi da fare a più non posso per "scappare" da una tale situazione, giusto? Sbagliato!

Stabilmente ferma nella mia Fiducia, non mi chiedevo nulla se non cosa avrei dovuto imparare da queste situazioni che sembravano essere direzionate verso un avvitamento in caduta libera senza possibilità di ritorno verso il "Mondo di Sotto".....nel 2015, maturate ancora ulteriori situazione peggiorative che non ti racconto perché estremamente delicate, ho avuto la Risposta alla mia domanda ed era:

Se vuoi vivere qualitativamente,

devi RICORDARE - completamente - CHI SE

I...prendere o lasciare.

Vita o Morte!

Dopo una lunghissima riflessione stimolata da un attacco d'asma debilitante (ero letteralmente in una situazione che non lasciava respirare) durato due settimane e che mi ha messo alle strette una volta di più, vista la mia pazzesca soglia di sopportazione - ora lo so ed ho operato un'aggiustatina al misuratore e alle spie rivelatrici alla plancia di comando della mia Vita - del dolore e della fatica, ho trovato la Risposta, divenendo ulteriormente abile a rispondere sia alla Vita sia alla Morte, era ed è tuttora la seguente:

Scelgo di RICORDARE ogni cosa,

GUARDARE anche ciò che mi fa venir le traveggole dal dolore e

INTEGRARE il tutto nel profondo del mio Dna, o della mia linea di sangue se vogliamo,

cioè in ogni singola cellula del mio ESSERE.

Semplice ma non facile.

Il Ricordo di cui il mio Spirito voleva un'integrazione era in relazione a vite precedenti o parallele con tutto l'impatto emozionale/energetico annesso, senza alcuno sconto!

Questo voleva fosse il Bagaglio a cui attingere ogni volta che

ce ne sarebbe stato bisogno per un intervento professionale.

Non che prima mi mancasse empatia, intendiamoci, ma evidentemente la profondità a cui voleva farmi accedere era tanta ma proprio tanta di più! Il mio Spirito desiderava avessi Radici molto ben piantate e disposte a raggiera, in modo da poter affrontare qualsiasi "piena" emozionale senza perdere terreno o posizione, in vista del mio futuro e della professione ulteriore che mi avrebbe "chiamata" a svolgere.

Quello che non possiamo fare a meno di portarci sempre appresso, infatti, è scritto proprio lì, in ogni nostra cellula, in pacchetti di memoria insondabili, quindi, che prendiamo a riferimento il modello "vite passate o parallele" o ne prendiamo un altro più scientifico "tipo....integrazione dei vari livelli e sistemi del sistema nervoso e dei suoi plessi neuro-ghiandolari", sempre della stessa cosa si tratta; cambia soltanto la metafora in cui operiamo e che per il nostro emisfero destro non ha alcuna importanza vista la sua propensione Olistica. Quello che fa le bizze, quando ancora non c'è accesso a tali "registrazioni", è il sinistro e fa i dispetti avvalendosi della collaborazione del sistema simpatico (che in certi casi è davvero antipatico) innervando i vari plessi con informazioni e comandi obsoleti e irraggiungibili.

Ricordi che ti ho parlato del mio essere per le strade di Nizza senza alcuna mappa, dove incontrai quel gruppo di Nativi che si esibivano per le sue strade? Ecco....proprio lì compresi (presi con me!) che una "vita" abbastanza recente della mia anima aveva a che fare con quelle popolazioni e mi accorsi che fin da bimba cercava di mettersi in contatto con me ma io non le davo molta considerazione, finché ha decise, attraverso esperienze di vita molto intense, di comunicare forte e chiaro.

Per esempio, la mia passione per il cavallo è apparsa già ai miei cinque anni, età in cui ricordo di aver letteralmente "sfibrato" i miei genitori per farmi regalare un cavallino a dondolo (dal quale riusci anche a cadere per la velocità e l'impeto che gli imprimevo immaginando di correre in immense distese erbose!) e in seguito, visto che la situazione finanziaria della mia famiglia non lo poteva sostenere, trovai il modo di montare a cavallo regolarmente e con poca spesa. In realtà, questo e altre piccole cose fanno parte di una vasta collezione di indizi che, ad un certo punto, ho collegato assieme e mi ha portato a comprendere ed abbracciare finalmente questa parte della mia anima.

Quando cantavo attorno al tamburo, ad esempio, oltre ad avere una spiccata facilità a memorizzare qualsiasi canto, spesso mi accadeva che il canto si "cantasse da Sé".....ricordo ancora con ilarità, che i miei compagni di viaggio, deliziati da questa cosa, ogni tanto cercavano di ottenere l'effetto juke-box.....ma non c'era verso: il Canto decideva da sé in quali momenti farsi cantare! E questa era soltanto una tra le varie parti!

Ricordare, quindi, significa avere il Coraggio di sollevare il velo che questo nostro sistema, in un modo o nell'altro, mette tra ciò che è riconosciuto, consono, razionale, accettato e ciò che è sconosciuto, irrazionale, fuori posto se non addirittura folle e per questo motivo, bandito o giudicato sconveniente.

Ricordare con tutto l'impatto energetico/emozionale significava aprire una porta che era stata volutamente sigillata, o addirittura murata, per chissà quanto tempo; sciogliere con pazienza ogni eventuale groviglio, era il compito che mi aspettava (mi ricorda che anche nella preparazione della Capanna del sudore, lo facevo spesso...scioglievo i nodi vecchi per farne di nuovi e saldi!).

Così, volente o nolente, ho attraversato uno Spazio Interiore a me sconosciuto perché la Vita voleva che ne facessi esperienza prima di donarmi anche il più piccolo dei suoi preziosi Tesori, con la certezza che sarei stata in grado di apprezzarne ogni minima sfumatura. E così è.

Da quel preciso istante è iniziata la Vera Vita,

ma questa.......è davvero un'altra Storia.

Questa è la Storia dell'Adesso!

So che Tu sicuramente avrai la Tua altrettanto intensa e interessante, come quelle che le persone che mi si affidano hanno e che, in realtà, ognuno/a di Noi ha.....sembra che stiamo toccando gli otto miliardi di anime sul Pianeta Terra attualmente e ognuna di queste ha una storia pazzesca, rocambolesca e unica nel suo genere.

Non arrendersi nemmeno quando sembra che non ci sia davvero nulla per cui valga la pena di respirare è il limite che a volte bisogna "toccare con mano" (per qualcuno, come nel mio caso....più e più volte!) affinché ci si decida a scegliere davvero e unicamente la Vita (Deuteronomio 30:19):

I Suoi Insegnamenti, specie quando passano da sua sorella Morte,

sono REALI, VERI e NON NEGOZIABILI.


Allora e solo allora, smette di essere misteriosa e la puoi vedere in tutto il suo MAGICO Splendore.

La Ruota della Vita è stata davvero buona con me: ha forgiato in via diretta e in ogni mia cellula i Suoi Insegnamenti e di questo ringrazio Angelo che me l'ha trasmessa con Amore e Mario che, con la sua bellissima e appassionata Voce mi ha "passato" Canti che altrimenti non avrei mai potuto "riascoltare e ricordare" e tutte le strabilianti Anime che insieme a me hanno Danzato le Esperienze che mi servivano per Ricongiungere ogni fibra del mio Essere,

A questi si aggiungono ora, altri/e, che ringrazio dal profondo e di cui ti racconterò molto in là....perché, qualche segreto - come già ti dicevo - va mantenuto e Custodito finché la Sacralità dello Spazio del Cuore non viene davvero riconosciuta e rispettata da Chiunque vi si avvicini.

Ora, dopo aver finalmente ritrovato la mia Coerenza ed aver una volta di più forgiato la mia Resilienza, ritorno ad estendere l'insegnamento a Chi ne vuole trarre Beneficio.

Aver ritrovato in me il Piacere della Vita, assaporando entrambi i suoi lati, mi ricorda il piacere che vedevo negli occhi di mio padre quando si cantava insieme ed ascoltava le Nostre Voci che si distinguevano l'un l'altra nei cori di Montagna, trovando Ognuno/a il proprio posto attraverso il Suono, diverso per ciascuno/a. Il suono unico, come unico è il Dna che abbiamo in noi quand'anche siamo fratelli, della propria Voce.

Era davvero un gran bel modo di trovare il proprio posto ed esprimere la propria Unicità!

Ci sono vari modi in cui offro tali Insegnamenti, (se clicchi sulla frase sottolineata, li potrai conoscere); e, per me è un piacere, oltre che un onore, aiutare, a volte anche una sola persona a ritornare in contatto profondo con la propria Essenza. Questo è un prezioso contributo che rigenera l’intera collettività.

Apprendendo alcune tecniche facili da applicare e/o altre che vanno molto in profondità (e per tale motivo necessitano di più tempo), miglioreri la tua Vita in ogni direzione e in qualsiasi area. Così, se ti va di conoscere un po' meglio di cosa si tratta e se hai qualche domanda o curiosità, non esitare a contattarmi: sarò lieta di rispondere alle tue domande.

Comunque e sempre, il mio augurio è di Trovare il Tuo Sacro Sogno e Viverlo, assaporando la Vera Vita!

Con Amore,

Lucia

#vitamorte #storia #fiaba #fiducia #mistero #magia #esserecoach #triestesocial