• lucia personalCoach

Sull'onda della semplicità

"Che fine ha fatto la semplicità? Sembriamo tutti messi su un palcoscenico e ci sentiamo tutti in dovere di dare spettacolo." Charles Bukowski


La semplicità impressa nell’anima ha sempre un sorriso da offrire, come un bambino, ma le paure che nascono alla sorgente dei nostri rapporti futuri guardano con gli occhi di una mente mal addestrata e per niente disciplinata da un saper ragionare a partire da zero, come un bambino.


Con i bimbi ci lavoro ogni giorno e ti posso assicurare che stanno sul palcoscenico del loro contesto quotidiano da quando si svegliano a quando crollano di stanchezza a motivo di uno spiccato egocentrismo naturale che li porta a chiedere continua soddisfazione dei propri bisogni fisici, emozionali, psicologici e spirituali.


In realtà, ciò che con la loro semplice spontaneità ci trasmettono è lo stare sull'onda dell'energia del momento - mai uguale a se stessa, mai ripetibile....fenomenologica - con il nostro essere adulti quindi consapevoli dei bisogni che in quel preciso istante cerchiamo di soddisfare.


E' con la nostra sensibilità che possiamo trasformare ogni attimo in semplicità!


Così, per andare in profondità e conoscerci veramente in modo da calcare il palco quotidiano apprendendo ogni giorno qualcosa su di noi e sugli altri, è fondamentale seguire il profumo delle proprie emozioni, quelle emozioni che il vento del tempo ha sparso tra i colori dei nostri bisogni e desideri impacchettandole in schemi ripetitivi e "liberarle" affinché ritornino ad essere autentiche, e da lì ripartire. Così si crea il nuovo, semplicemente!


L.

0 visualizzazioni