top of page

A scuola di Comunicazione: come comunicare avendo cura della Relazione

Ciao, tutto bene?


Eh si...mi son presa una pausa lunghina durante la quale son accadute molte cose nella mia vita e forse anche nella tua, così oggi ti scrivo da una città diversa del Friuli, una città più vicino alle montagne: il mare è rimasto a Trieste anche se è e sarà sempre nel mio cuore!


Oggi, però, abbiamo voluto sentirne il profumo e siamo stati a Bibione, con la complicità di un sole ancora caldo ed un cielo terso e limpido: c'erano poche persone, esattamente come piace a Noi; una dimensione tranquilla e serena, quasi intima, di connessione con la natura e i suoi colori, i suoi suoni ed i suoi profumi.


Da questo spazio speciale, ha ripreso vita il desiderio di comunicare con Te.


L'argomento di cui ho a cuore di parlarti riguarda la comunicazione - cioè il mettere in comune un'azione - e, nello specifico, desidero parlare con te della Comunicazione Non Violenta (CNV), uno straordinario approccio alla comunicazione sviluppato dallo psicologo Marshall B. Rosenberg.


Lo farò in modo semplice, lineare e facilmente memorizzabile per aiutarti ad applicare velocemente e con ottimi risultati questo metodo comunicativo che promuove


👉la compassione,

👉la connessione e

👉la risoluzione dei conflitti attraverso

👉una comunicazione empatica.


I Principi chiave su cui poggia la CNV sono:


➡️ l'Osservazione:

descrivi osservazioni oggettive e specifiche senza giudicare o valutare.

Usa il "quando," "dove," "cosa" e "come."


➡️ i Sentimenti:

esprimi i tuoi sentimenti in modo onesto e aperto.

Riconosci le tue emozioni senza colpevolizzarti o incolpare gli altri.


➡️ i Bisogni:

identifica i bisogni sottostanti che stanno causando i tuoi sentimenti.

I bisogni sono universali e includono cose come il bisogno di sicurezza, connessione, rispetto, autonomia, ecc.


➡️ la Richiesta:

comunica chiaramente ciò che desideri dagli altri.

Fai richieste concrete e positive invece di comandi, pretese o accuse.


L'obiettivo della CNV è favorire la comprensione reciproca, la connessione empatica e la risoluzione pacifica dei conflitti. È un approccio utile nelle relazioni personali, nelle situazioni di lavoro e in qualsiasi contesto in cui la comunicazione efficace e la gestione dei conflitti siano importanti.



Nel cuore di una giornata soleggiata, due anime incrociarono il loro cammino durante la pausa pranzo.


Jenny, con i capelli ondulati al vento e uno sguardo determinato, affrontò Paolo, un uomo con gli occhi pieni di sfide da cogliere e da lanciare.


Un conflitto verbale era in arrivo e le emozioni, a lungo represse e inascoltate, erano sul punto di esplodere furiosamente ma nell'aria aleggiava la possibilità di un cambiamento; possibilità che si era formata nel lungo lavoro di conoscenza di Sé che sia Paolo che Jenny praticavano da anni.



Lei iniziò a parlargli con una calma che assomigliava molto all'oceano prima della tempesta piuttosto che

ad una tiepido mattino di primavera: "Paolo, sento che non ho alcuna voce in qualsiasi decisione si prenda nel nostro Team. Le idee che espongo con entusiasmo sembrano essere sempre ignorate e per questo mi sento disconnessa e frustrata."


Paolo, solitamente pronto a combattere, decise invece di abbassare le armi. Guardò Jenny, cercando di capire cosa ci fosse dietro le sue parole e disse: "Mi dispiace che tu ti senta così, Jenny. Posso chiederti di darmi un esempio specifico di quando ti sei sentita ignorata?"


Jenny, notando l'apertura di Paolo, annuì. "Sì, l'altro giorno durante la riunione. Ho condiviso un'idea che ho lavorato duramente per sviluppare, ma è stata praticamente ignorata. Era davvero importante per me."

Paolo inspirò profondamente e rispose con sincerità. "Grazie per condividere questo con me, Jenny. Mi dispiace che tu ti sia sentita così. Posso immaginare quanto possa essere frustrante. Dimmi, cosa ti aspetti dalla squadra in queste situazioni?"


Jenny sorrise leggermente, sentendosi finalmente ascoltata. "Vorrei che le mie idee fossero prese in considerazione e discusse. Non dico che debbano sempre essere accettate, ma almeno ascoltate."


Paolo annuì, riflettendo. "Posso vedere quanto sia importante per te. Cercherò di fare in modo che le tue idee siano ascoltate in futuro. Grazie per aver condiviso questo con me, Jenny."


Mentre il sole continuava a brillare nel cielo, Jenny e Paolo avevano risolto un conflitto senza intaccare ma, anzi, rafforzando in qualche modo la buona relazione che avevano sviluppato nei tanti mesi di lavoro insieme. Avevano aperto una finestra di dialogo, abbattuto muri e creato un ponte tra loro.


Niente era cambiato nell'istante, ma l'inizio di un cambiamento si diffuse nell'aria come una preziosa fragranza ed il sole sembrò fare l'occhiolino a entrambi per la capacità di ascolto a molti livelli che li ha visti mettere in comune un'azione chiara, armoniosa e soprattutto, colma di rispetto l'una per l'altro e viceversa.


A presto

la tua NeuroAgility Coach

Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguimi su
  • LinkedIn Icona sociale
bottom of page